Torta veloce al cioccolato – Spisni

Sono passati un po’ di anni, ma sono quelle ricette sempre efficaci. Con la mamma avevamo scritto subito la ricetta sul nostro libro delle ricette, che ora è suo, ma certe cose rimangono in comune.

Torta veloce perchè così è tra preparazione e cottura; ricordo ancora la signora Spisni che la descriveva come una torta da fare all’ultimo minuto, quando l’arrivo di ospiti non era programmato, ma comunque hai voglia di presentare un dolcetto goloso. Pochissimi ingredienti e una mia modifica per adeguarla all’intolleranza al lattosio.

Ingredienti

125gr di cioccolato fondente

100gr di margarina

100gr di zucchero

4 uova

40gr di farina

un pizzico di sale

zucchero a velo

In pentolino mettete il cioccolato fondente, la margarina e metà dello zucchero e fate sciogliere a bagnomaria. Nel frattempo montate con il restante zucchero 3 tuorli più un uovo intero e ottenete un impasto chiaro e spumoso.

Aggiungete la cioccolata ai tuorli e amalgamate bene.

Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale e amalgamateli al composto dal basso verso l’alto. Aggiungete infine la farina setacciata e amalgamatela sempre dal basso verso l’alto con una marisa.

Versate in una teglia (22cm) rivestita con carta da forno e infornate in forno preriscaldato a 180° per 20minuti. Lasciate raffreddare fuori dal forno e spolverizzate con zucchero a velo.

Ottima all’ora del té, a colazione, dopo i pasti, davanti a un film, cioccolatosa mette di buon umore!

7 ANNI DI AILI

30 maggio – AILI festeggia 7 anni di attività e voglio festeggiarla con questa torta mimosa alle fragoline di bosco, fresca e golosa.

Versione medio-piccola.

Ingredienti

300gr di fragole di bosco

2 cucchiai di zucchero

zucchero a velo

1/2 limone

Per il Pan di Spagna

3 uova

90gr di zucchero

90gr di farina “tipo 00”

1 pizzico di vanillina

scorza di 1/2 limone

margarina e farina per la teglia

Per la crema

3 tuorli

90gr di zucchero

25gr di amido di mais o farina

250 ml latte di mandorla (poco zuccherato)

buccia di limone

Montate le uova con lo zucchero e la scorza di limone fino a ottenere un impasto chiaro e spumoso. Setacciate la farina con la vanillina e aggiungetela all’impasto poco per volta amalgamando dal basso verso l’alto.

Prendete una teglia a cerniera da 22cm e passate della margarina sul fondo e sui bordi e infarinatela, versate l’impasto e infornate in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti. A cottura ultimata sfornate e fate raffreddare bene.

Preparate la crema lavorando le uova con lo zucchero e l’amido di mais; aggiungete poco per volta il latte e versate il tutto in un pentolino.

Aggiungete scorza di limone, possibilmente evitando la parte bianca.

Portate a ebollizione e contate un minuto prima di spegnere il fuoco. Spegnete il fuoco, versate in una terrina e lasciate raffreddare.

Preparate una coulis di fragoline di bosco pesando 150gr circa di fragoline. Se avete un estrattore, ottenete un estratto aggiungendo all’estratto anche il succo di mezzo limone. Versate l’estratto in un pentolino e aggiungete 2 cucchiai di zucchero; portate a ebollizione e fate cuocere qualche minuto prima di spegnere il fuoco; fate raffreddare e mettete da parte.

Componete la torta tagliando a metà il Pan di Spagna. Con le mani scavate la base al centro tenendo i bordi alti 1cm e mettete da parte gli scarti. Con un pennello cospargete la superficie della base con la coulis e farcite con la crema pasticcera. Scavate leggermente il centro dell’altra metà del Pan di Spagna (dalla parte tagliata!) e appoggiatelo sulla base farcita; cospargete sulla superficie uno strato sottile di coulis e aiutandovi con una spatola ricoprite la torta con uno strato di crema, anche sui bordi.

Gli scarti messi da parte dovrete sbriciolarli il più possibile con i palmi delle mani ottenendo delle briciole fitte. Cospargete l’intera torta con le briciole e guarnite con le restanti fragoline di bosco. Prima di servire spolverizzate con zucchero a velo.

Raddoppiate le dosi per godervene qualche fetta in più….

Conosco - e in passato, prima dell'intolleranza, ho anche assaggiato -  la torta mimosa a base di crema chantilly, qui preparata per voi interamente per chi è intollerante al lattosio. La bellezza di questa torta sono per me l'aspetto fresco e romantico.

Clafoutis alle fragole

Con tante ottime fragole Candonga, il clafoutis è un buon compromesso tra torta e dolce fresco. Lo provo in tutti i modi e mi sorprende sempre!

Ingredienti

250gr di fragole

3 uova

80gr di zucchero

100gr di farina “tipo 00”

250ml di latte di mandorla

1 pizzico di sale

50ml di liquore alle mandorle o amaretto di Saronno

Burro o margarina vegetale per la teglia

Zucchero da spolverizzare sul fondo della teglia

Zucchero a velo q.b.

Lavorate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un impasto chiaro e spumoso. Inglobate piano piano la farina setacciata, aggiungete il sale e amalgamate il tutto dal basso verso l’alto.

Aggiungete infine il latte e il liquore e amalgamate.

Ungete la teglia con burro margarina, spolverizzate con dello zucchero e disponete le fragole tagliate a metà sul fondo della teglia fino a ricoprirlo. Versate l’impasto e cuocete a 200° per 40 minuti circa.

Spegnete il fuoco, lasciate raffreddare e conservate in frigorifero per almeno 1 ora. Spolverizzate con zucchero a velo, tagliate a fette o quadratini e servite.

Crostata al cacao e fragole

Di stagione, una crostata fresca e golosa. Quanto amo la frolla al cacao accostata a fragole e frutti di bosco! In più occasioni dalla primavera in giù ho sperimentato delle crostate con questo tipo di frolla, per occasioni speciali e non… Le crostate di frutta hanno solo bisogno del vostro tempo perchè la semplicità c’è tutta.

Ingredienti

500gr di fragole

Per la frolla al cacao

250 gr farina “tipo 00”

50 gr di cacao amaro

150 gr zucchero

150 gr olio di semi oppure 175 gr di margarina

2 tuorli

un pizzico di sale

Per la crema pasticcera

4 tuorli

150 gr di zucchero

50 gr di amido di mais o farina

500 ml latte di mandorla (poco zuccherato) o avena

semi di 1/2 bacca di vaniglia

Amalgamate tutti gli ingredienti in una planetaria con il gancio per amalgamare. Appena gli ingredienti si saranno amalgamati compattate l’impasto senza impastarlo ulteriormente e formate una palla che farete riposare per almeno 1 ora.

Accendete il forno a 200°. Stendete la frolla su un foglio di carta da forno e disponetela nella tortiera, mantenete uno spessore della frolla di circa 1cm e adattate i bordi alla teglia. Con una forchetta bucherellate la superficie, adagiateci un foglio di carta da forno e distribuite dei legumi secchi. Cuocete in forno per 25minuti, togliete i legumi secchi e fate raffreddare bene.

Preparate la crema pasticcera lavorando in un recipiente le uova con lo zucchero e l’amido di mais; aggiungete poco per volta il latte e versate il tutto in un pentolino. Aggiungete i semi della bacca di vaniglia. Portate a ebollizione e contate un minuto, quindi spegnete il fuoco, versate in una terrina e lasciate raffreddare.

Lavate le fragole, asciugatele bene e tagliate ciascuna fragola in quattro parti nel verso della lunghezza.

Componete la vostra crostata deliziosa farcendo la parte concava della crostata con crema pasticcera e disponendo le fragole partendo dal bordo. Fate riposare in frigo per 2ore circa. Spolverizzate con zucchero a velo prima di servire.

Cucina terapeutica

C’è davvero un modo per concludere con il sorriso una giornata impegnativa a livello morale? Sì, c’è sempre! Ognuno ha il proprio modo ma per me valgono le virtù terapeutiche della cucina. Costo zero (o solo quello per la spesa) e libertà. La ricetta è arrivare a casa, rimuovere i cattivi pensieri e alzarsi le maniche per un progetto. Il progetto quella sera ha preso la forma di cuore, biscotti a cuore, tanti anzi, tantissimi.

Così, mentre altre persone avranno da pensare al loro massimo livello di maleducazione io mi godo la dolcezza di questi biscotti, fatti da me, per me e non solo…

Pochi ingredienti e prende forma un impasto semplice, che da anni riproduco e non mi stanca mai. In effetti è un po’ la strategia che ci occorre in questi casi, preparare qualcosa che porta la mente a un momento sereno, bei ricordi. E’ quello che serve a me in questi casi, perchè a creare ci penso, ma in altri momenti. I biscottini al vino sono stati il mio rifugio quella sera e ho raggiunto l’obiettivo…

Ingredienti

1 bicchiere come misurino

1/2 bicchiere di zucchero

1/2 bicchiere di olio di semi di arachide

1/2 bicchiere di vino bianco o rosso o liquoroso, tipo Marsala

farina tipo 00 qb

pizzico di sale

Amalgamate tutti gli ingredienti e aggiungete farina fino ad ottenere un impasto omogeneo che non si appiccica e facilmente lavorabile. Stendete l’impasto su un foglio di carta da forno, ottenete la forma desiderata con le formine oppure create delle piccole ciambelline. Cuocete in forno preriscaldato a 180° fino a raggiungere la doratura su entrambe le parti. Fate raffreddare, assaggiateli e provate a fermarvi…

Tartellette di mele annurche e crema zabaione

La mela annurca e le sue favolose proprietà in un dessert monoporzione delizioso.

Ingredienti (dosi per 6 porzioni)

Per la frolla

100gr di farina “tipo 00”

50gr di farina di farro

75gr di zucchero di canna

85gr di margarina

1 tuorlo

scorza di limone

un pizzico di sale

Per la crema zabaione

4 tuorli

80 gr di zucchero

12 gr di amido di mais

115 gr di marsala

5 mele annurche

Preparate la frolla amalgamando tutti gli ingredienti; impastate poco, ma fino ad ottenere un impasto omogeneo, formate una palla che avvolgerete nella pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno mezz’ora.

Nel frattempo sbucciate le mele e tagliatele a fettine sottili, disponetele distanziate su una teglia rivestita con carta da forno. Infornate a 180° per 15 minuti circa, il tempo di farle ammorbidire. Spegnete il forno e lasciare raffreddare.

Preparate la crema zabaione seguendo questa ricetta Zabaione vers. 2 – crema per farcitura

Utilizzate degli stampini per crostatine; dividete l’impasto di pasta frolla in 6 parti e cominciate a modellare ogni parte di impasto in ogni stampino rialzando i bordi. Infornate a 200° in forno ben caldo per circa 10 minuti spegnete il forno e fate raffreddare.

Farcite le tartellette con lo zabaione al centro e disponete le fettine di mele come a formare dei petali dall’esterno verso l’interno. Fate riposare in frigo per almeno un’ora e tirate fuori dal frigo 10minuti prima di servire.