Insalata tiepida di cavolo nero e patate

Il mio giretto settimanale al mercato mi carica di idee. Impazzisco nel girare tra i vari venditori e farmi le mie idee per riempire il frigo e la dispensa di casa con delizie stagionali. Sì, calco sul possessivo “mio” perchè questo è come vedo io fare la spesa e sfruttare al meglio la stagionalità dei prodotti. Non è detto che sia la vostra stessa visione anche se cerco, da sempre, di trasmettere quest’abitudine, un’ottima abitudine per la nostra salute.

Sono due i mercati che frequento a Genova, il Mercato Orientale di Via XX Settembre al numero 75r e il Mercato Comunale in Piazza Terralba. Uno è l’altro hanno alcuni banchi che per me sono tappa fissa…

Pioggia e in previsione una cena a quattro. Banco di verdura locale. Anzi localissima (passatemi il termine) e selezionatissima. Mazzetti di ortaggi come mazzetti di fiori, perchè son primizie. La mia spesa, cimette di rapa, cavolo nero e ultimi fiori di zucchina. Sarà una cena contadina, ho deciso.

Con i fiori di zucchina una fritturina, poi gli annessi (che qui non vi cito, ma se volete il menù della serata scrivetemi) e di primo, con le cimette di rapa cosa potrò mai mettere in tavola?? Due orecchiette!

Ma qui il protagonista è un contorno a una gustosa coscia di agnello, intera. Mentre mi dirigo verso casa penso all’uso che farò del cavolo nero. Croccante, deciso e amaro per natura vorrei addolcirne i connotati. Ci riesco ma è sempre cavolo nero! A voi la ricetta.

Ingredienti (dosi per 4pp)

1/2 kg di cavolo nero

pomodori secchi sott’olio

1/2 cipolla rossa

una manciatina pinoli

una spruzzata di marsala

miele

3 patate medie

origano

sale qb

olio evo qb

Lavate le foglie di cavolo nero e tagliatele a listarelle sottili. In una padella versate due cucchiai di olio evo e fate scaldare bene. Aggiungete il cavolo e fate cuocere a fuoco vivo qualche minuto. Sfumate con un goccio di marsala, versate un dito d’acqua, salate, abbassate il fuoco e stufate il cavolo.

Tagliate finemente mezza cipolla rossa e aggiungetela al cavolo insieme ai pinoli e ai pomodori secchi leggermente sminuzzati. Aggiungete mezzo cucchiaino di miele, e fate cuocere fino a far evaporare completamente il liquido di cottura. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.

A parte pelate tre patate medie, tagliatele in quattro parti nel verso della lunghezza e ottenete degli spicchi. Disponeteli su una teglia rivestita con carta da forno, salate, aggiungete l’origano, l’olio evo e infornate a 180° in forno preriscaldato per 15-20 minuti.

In una ciotola unite le patate al cavolo nero e amalgamate senza esagerare. Servite l’insalata tiepida come contorno al vostro secondo piatto. Versatile e rustica questa insalata è ottima sia in caso di cena a base di carne che di pesce; adatta anche in caso di cena molto sofisticata con l’accortezza di creare una monoporzione per ospite. Buon appetito!

Frittata di cimette di rapa

Primi freddi, prime verdurine. Tenere e amare. Pensare che è un gusto che ho cominciato ad apprezzare da adulta. E’ difficile che da piccoli si riescano a mangiare, il sapore è particolare, in qualunque maniera provino a rifilartele… Ma adesso non possono mancare nel mio frigo.

Stelo turgido, foglia lunga e frastagliata e clorofilla pura. Vanno accuratamente pulite e generalmente devono essere prima sbollentate per poi procedere con la preparazione prescelta. In questa ricetta ho prediletto una rosolatura veloce, in padella, con aglio e olio evo e successivamente stufate per 5minuti. Pochi ingredienti ne esaltano il gusto.

Ingredienti (dosi per 4 pp)

1/2 kg di cimette di rapa

4 uova

sale

olio extra vergine di oliva

pepe

aglio

Pulite le cimette tagliando lo stelo a circa 5 cm dalla foglia. Lavatele bene e scolatele. In una padella capiente versate due fili di olio evo e aggiungete uno spicchio d’aglio schiacciato. Accendete il fuoco e fate scaldare bene. Aggiungete le verdure alla padella e fate rosolare. Salate e coprite con acqua. Fate cuocere con un coperchio per 5minuti, o comunque fino all’evaporazione dei liquidi di cottura.

Nel frattempo in una terrina sbattete le uova intere con sale e pepe aiutandovi con una frusta. Versate le uova nella padella e coprite con un coperchio. Fate cuocere qualche minuto con un coperchio, verificate che la frittata si stacchi dalla padella con facilità (eventualmente aggiungete un filo di olio evo), smuovendo la padella stessa e quindi capovolgendola. Qui non mi pronuncio, ognuno ha il suo modo!

Ricapovolgete su un piatto e servite. 10minuti e siete a tavola, buon appetito!