Insalata tiepida di cavolo nero e patate

Il mio giretto settimanale al mercato mi carica di idee. Impazzisco nel girare tra i vari venditori e farmi le mie idee per riempire il frigo e la dispensa di casa con delizie stagionali. Sì, calco sul possessivo “mio” perchè questo è come vedo io fare la spesa e sfruttare al meglio la stagionalità dei prodotti. Non è detto che sia la vostra stessa visione anche se cerco, da sempre, di trasmettere quest’abitudine, un’ottima abitudine per la nostra salute.

Sono due i mercati che frequento a Genova, il Mercato Orientale di Via XX Settembre al numero 75r e il Mercato Comunale in Piazza Terralba. Uno è l’altro hanno alcuni banchi che per me sono tappa fissa…

Pioggia e in previsione una cena a quattro. Banco di verdura locale. Anzi localissima (passatemi il termine) e selezionatissima. Mazzetti di ortaggi come mazzetti di fiori, perchè son primizie. La mia spesa, cimette di rapa, cavolo nero e ultimi fiori di zucchina. Sarà una cena contadina, ho deciso.

Con i fiori di zucchina una fritturina, poi gli annessi (che qui non vi cito, ma se volete il menù della serata scrivetemi) e di primo, con le cimette di rapa cosa potrò mai mettere in tavola?? Due orecchiette!

Ma qui il protagonista è un contorno a una gustosa coscia di agnello, intera. Mentre mi dirigo verso casa penso all’uso che farò del cavolo nero. Croccante, deciso e amaro per natura vorrei addolcirne i connotati. Ci riesco ma è sempre cavolo nero! A voi la ricetta.

Ingredienti (dosi per 4pp)

1/2 kg di cavolo nero

pomodori secchi sott’olio

1/2 cipolla rossa

una manciatina pinoli

una spruzzata di marsala

miele

3 patate medie

origano

sale qb

olio evo qb

Lavate le foglie di cavolo nero e tagliatele a listarelle sottili. In una padella versate due cucchiai di olio evo e fate scaldare bene. Aggiungete il cavolo e fate cuocere a fuoco vivo qualche minuto. Sfumate con un goccio di marsala, versate un dito d’acqua, salate, abbassate il fuoco e stufate il cavolo.

Tagliate finemente mezza cipolla rossa e aggiungetela al cavolo insieme ai pinoli e ai pomodori secchi leggermente sminuzzati. Aggiungete mezzo cucchiaino di miele, e fate cuocere fino a far evaporare completamente il liquido di cottura. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.

A parte pelate tre patate medie, tagliatele in quattro parti nel verso della lunghezza e ottenete degli spicchi. Disponeteli su una teglia rivestita con carta da forno, salate, aggiungete l’origano, l’olio evo e infornate a 180° in forno preriscaldato per 15-20 minuti.

In una ciotola unite le patate al cavolo nero e amalgamate senza esagerare. Servite l’insalata tiepida come contorno al vostro secondo piatto. Versatile e rustica questa insalata è ottima sia in caso di cena a base di carne che di pesce; adatta anche in caso di cena molto sofisticata con l’accortezza di creare una monoporzione per ospite. Buon appetito!

Fagottini delle feste

Antipastino per le feste…pasta brisè, cavolo verza, salmone affumicato e besciamella leggera alla soia. Veloce e sfizioso!

Ingredienti (dosi per 8pp)

pasta brisè (ricetta nella sezione “Per cominciare…”)

2-3 foglie di cavolo verza

1-2 fettine di salmone affumicato

150 ml di latte di soia

un cucchiaio di margarina vegetale

2 cucchiai di farina “tipo 0”

sale

noce moscata

olio extra vergine di oliva

sale

Preparate la pasta brisè secondo la ricetta nella sezione “Per cominciare…”

Lavate le foglie del cavolo verza e tagliatele a listarelle sottili. In una padella mettete un filo di olio evo, fate scaldare e aggiungete il cavolo verza. Fate insaporire leggermente, salate e poi aggiungete un dito d’acqua per fare stufare la verza. Fate cuocere per 5 – 10 minuti.

Per la besciamella (dosi per questa ricetta): preparate un roux con un cucchiaio di margarina e due cucchiai di farina “tipo 0”. Fate sciogliere la margarina amalgamandola con la farina e aggiungete piano piano 150 ml di latte di soia a freddo; salate e aggiungete una grattata di noce moscata. Portate a ebollizione continuando a mescolare, quindi fate addensare a fiamma moderata.

Stendete la pasta brisè e con un coppapasta create almeno 16 dischetti di pasta. Prendete le due estremità opposte e stendetele leggermente con le mani. Al centro disponete quindi un ciuffetto di cavolo verza, qualche pezzetto di salmone affumicato e una punta di besciamella e a questo punto coprite con l’altro dischetto; decorate i dischetti e spennellateli con un tuorlo. Disponete i dischetti su una teglia rivestita di carta da forno e infornate a 180° per 15 minuti circa fino a raggiungere la doratura.

Servite i fagottini tiepidi o caldi.

Rotolino di primavera

Piatto ideale come antipasto, da preparare in anticipo e riscaldare prima di servire. Di base una pasta brisè senza burro utilizzando quindi olio extra vergine di oliva.

Ingredienti (per 6 persone)

Pasta brisè

200 gr farina “tipo 00”

50 gr olio extra vergine di oliva

3 gr sale

80 gr acqua

Unite tutti gli ingredienti e impastate fino ad ottenere un impasto morbido. Avvolgete nella pellicola e lasciate riposare per almeno mezz’ora.

Regola per quasi tutti gli impasti: il tempo di riposo è fondamentale affinchè la pasta diventi elastica e quindi più facile da lavorare.

Per il ripieno

10 foglie di cavolo verza

2 carote

1 cipollotto fresco oppure 1/2 cipolla

1 manciata di uvetta sultanina

1 cucchiaino di miele

sale

olio extra vergine di oliva

tuorlo d’uovo per spennellare

Portatevi avanti tagliando tutte le verdure, la cipolla tagliata finemente, le carote a pezzetti e le foglie di cavolo verza a listarelle sottili. Mettete in una ciotola in ammollo l’uvetta sultanina con un po’ di acqua tiepida.

Mettete la cipolla in padella con un filo d’olio. Fate insaporire l’olio e appena inizia a soffriggere aggiungete le carote. Lasciate andare 1-2 minuti. Aggiungete a questo punto le foglie di cavolo verza. Lasciate insaporire 1 minuto, saltate le verdure, salate e aggiungete un bicchiere d’acqua in modo che ricopra le verdure. Ricordatevi di salare in questa fase in modo che le verdure rilascino ulteriormente i loro liquidi di vegetazione. Coprite con un coperchio e lasciate stufare per circa 7-8 minuti fino a che l’acqua sia evaporata quasi completamente. Aggiungete l’uvetta sultanina e il cucchiaino di miele. Saltate le verdure e appena tutta l’acqua rimasta sarà evaporata spegnete il fuoco.

Stendete la pasta brisè seguendo una forma circolare, ma cercate di estendere maggiormente due lati. Disponete le verdure sulla pasta brisè nella parte più vicina a voi, prendete i due lati esterni e ripiegateli all’interno sulle verdure, a questo punto procedete arrotolando la pasta. Fissate la pasta con il tuorlo d’uovo. State attenti a non fare più di un giro con la pasta, perchè dopo la cottura potrebbe risultare troppo spessa. Con quello che avanza decorate il rotolino e spennellate infine con un tuorlo d’uovo tutta la parte esterna.

In forno a 180° per 30 minuti circa fino a raggiungere una colorazione dorata.