Kaiserschmarrn o “frittata dell’imperatore”

Ricettina letta e provata. Perchè succede così quando qualcosa ti ispira. La vacanza in Alto Adige mi ha dato degli spunti interessanti, soprattutto per quest’autunno-inverno… ma non anticipo nulla!

La colazione uno dei momenti che più preferisco in vacanza e nel weekend. Durante la colazione in albergo ho sotto gli occhi il giornale dell’albergo con notizie e attività della giornata e alcune curiosità. Tra queste una ricetta che cattura subito la mia attenzione… E sarà anche perchè arrivo davanti alla tovaglietta da colazione con parecchia fame che mi faccio prendere dalla voglia di fare e replicare…

Pochi e semplici ingredienti, veloce, la potete preparare come fine pasto, da accompagnare con del gelato e della frutta oppure per colazione. Promossa!

Ingredienti

2 uova

120 ml di latte di mandorla

80 gr di farina

25 gr di zucchero

30 gr di uvetta (ma io ho abbondato…)

15 gr di margarina

Zucchero a velo

Mettete l’uvetta a bagno in acqua tiepida.

Separate i tuorli dagli albumi, preparate una pastella lavorando i tuorli, il latte e la farina. Montate a parte gli albumi a neve con lo zucchero. Incorporate gli albumi montati alla pastella e amalgamate dal basso verso l’alto aiutandovi con una marisa.

In una padella mettete la margarina e fate sciogliere; aggiungete l’uvetta strizzata e versate nella padella la pastella. Lasciate cuocere qualche minuto, girate la frittata e spezzettatela senza cura. Muovete i pezzetti di frittata sino a fine cottura. Servite la frittata ancora tiepida con frutta (ottimi i frutti di bosco) e spolverizzate con zucchero a velo. Ottima se servita con una pallina di gelato…

Biscotti della salute

Biscotto della salute o fetta biscottata, ma dolce. Facciamo che questi biscotti sono una piacevole via di mezzo tra un pane biscottato e il tipico biscotto del Lagaccio. Di base non ho utilizzato nè burro nè lievito di birra o chimico. Lievito madre, farina integrale e grassi vegetali.

Ingredienti

140 gr farina integrale

110 gr farina di grano tenero tipo “0” – manitoba

100 gr zucchero

2 cucchiai abbondanti di lievito madre

80 gr margarina

1 pizzico di sale

acqua

In una terrina unite tutti gli ingredienti secchi. Amalgamate e aggiungete il lievito madre e la margarina, se necessario anche acqua tiepida. Amalgamate con un impastatrice fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Riponete l’impasto in una terrina, coprite e fate lievitare per almeno 10 ore, o fino a quando avrà raddoppiato il suo volume.

Dopo il tempo di lievitazione, ricavate dall’impasto 2 filoni di circa 6-8 cm di diametro; ungete una teglia e riponete i filoni su di essa. Mettete in forno preriscaldato a 230° gradi per 15 minuti.

Sfornate i filoni e lasciate raffreddare. Abbassate la temperatura del forno a 180° gradi. Tagliate a fettine di circa 1cm i filoni e disponeteli in orizzontale sulla teglia. Infornate nuovamente e tostate le fette rigirando le parti. Cuocete fino a doratura raggiunta.

Sfornate e lasciate raffreddare. Gustate questi biscotti a colazione, arricchiteli con marmellata, miele, cioccolata… o a merenda.

Io li addento quando rientro da lavoro; il tempo per mangiarli trovatelo voi…

Crostata di pesche e amaretti

Questa ricetta è frutto di una ricerca approfondita per la pasta frolla perfetta, quella senza lattosio, certo.

Prima azzardata, poi affinata, provata e riprovata. Cruda e soda, cotta e compatta. La consistenza perfetta per chi il burro non lo può vedere in qualsiasi forma possa essere. Ve la presento, qui.

Ingredienti

300 gr farina

150 gr zucchero di canna

175 gr margarina

2 tuorli

Scorza di limone

Un pizzico di sale

Amaretti morbidi

Pesche bianche (o gialle)

Marmellata di pesche

In una terrina amalgamate farina, zucchero di canna, i due tuorli, margarina, scorza di limone e pizzico di sale. Lavorate fino ad ottenere un impasto sodo. Dategli una forma tondeggiante, avvolgete in pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno un’ora.

Prendete l’impasto e dividetelo in due parti non uguali; una, infatti, dovrà essere  più abbondante dell’altra, circa 2/3 dell’impasto. Stendete su un foglio di carta da forno la parte di impasto più abbondante che sarà la base della vostra torta; sollevate leggermente i bordi e disponete su una teglia da crostata.

Sbriciolate gli amaretti morbidi e tagliate le pesche a fette. Sulla base spargete gli amaretti sbriciolati, disponete le fette di pesche e aggiungete qualche cucchiaio di marmellata di pesche. Stendete la parte di impasto rimanente e adagiate sulla torta per coprire. Decorate e rifinite i bordi. Infornate a 200° gradi per 35-40 minuti fino a doratura.

Fate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo.

Spesso ho utilizzato varie tipologie di farina per questa torta. Farine integrali – farina di grano tenero, medesima quantita’ totale, ma dosi differenti. Per un risultato più rustico privilegiate le farine integrali.