Fresella con pesto e crudo

Piatto fresco, leggero e semplice da preparare. Ottimo come piatto unico, ma anche come antipasto sporzionando la fresella o creando delle mini freselle per l’occasione.

Ingredienti (dosi a persona)

1 fresella a testa

5-6 pomodori ciliegino

2 cucchiaini di pesto alla genovese

80 gr di prosciutto crudo

origano

sale

olio extra vergine di oliva

In questa ricetta le freselle che ho utilizzato sono caserecce e preparate direttamente dalla mia mamma, che si è specializzata nella preparazione del pane con lievitazione naturale.

Prendete la fresella e passatela appena sotto l’acqua fredda in modo che si ammorbidisca leggermente. Prendete un pomodorino e strofinatelo sulla fresella; tagliate gli altri pomodorini a pezzetti, metteteli in una ciotola e conditeli con sale, origano e olio evo. Noterete che perderanno un po’ d’acqua che eventualmente potrete utilizzare per inumidire ancora la fresella, a seconda dei propri gusti.

Disponete i pomodorini tagliati a pezzetti sulla fresella e completate con un filo d’olio e delle gocce di pesto alla genovese.

Componete il piatto con il prosciutto crudo e la fresella.

Norma alla genovese

Questo piatto? Una perfetta sintonia tra Nord e Sud. Per me è un piatto che parla da solo, per gli odori e i sapori.

Norma alla genovese, un nome che parla della tradizione siciliana e di quella ligure; le melanzane, i pomodori, il pesto…non aggiungo altro…

Ingredienti (dosi per 4 pp)

400 gr trofie

1 melanzana viola

8 pomodorini ciliegino

2 cucchiai di pesto alla genovese (Ricetta pesto alla genovese)

sale

olio extra vergine di oliva

Sbucciate la melanzana grossolanamente, un po’ di buccia in vista renderà il piatto più rustico (adoro questa parola!); tagliate la melanzana a cubetti. In una padella mettete 5 cucchiai di olio evo, fate scaldare bene e aggiungete la melanzana; fate cuocere per 5-6 minuti a fuoco vivo, saltandola di tanto in tanto. Nel frattempo sbucciate i pomodori ciliegino e togliete i semi, tagliateli a pezzetti e aggiungeteli alla melanzana. Cuocete altri 3-4 minuti, salate e spegnete il fuoco.

A parte preparatevi 2 cucchiai di pesto alla genovese. Lessate le trofie in abbondante acqua bollente salata.

Prendete 2-3 cucchiai di acqua di cottura e allungate il pesto. Le quantità di cucchiai di acqua in questo caso sono indicative perchè dipende dalla densità del pesto, considerate comunque una consistenza non liquida. Scolate le trofie e mantecatele con le melanzane e i pomodorini; infine aggiungete il pesto, mantecate bene e servite.