Crostata di pesche e amaretti

Questa ricetta è frutto di una ricerca approfondita per la pasta frolla perfetta, quella senza lattosio, certo.

Prima azzardata, poi affinata, provata e riprovata. Cruda e soda, cotta e compatta. La consistenza perfetta per chi il burro non lo può vedere in qualsiasi forma possa essere. Ve la presento, qui.

Ingredienti

300 gr farina

150 gr zucchero di canna

175 gr margarina

2 tuorli

Scorza di limone

Un pizzico di sale

Amaretti morbidi

Pesche bianche (o gialle)

Marmellata di pesche

In una terrina amalgamate farina, zucchero di canna, i due tuorli, margarina, scorza di limone e pizzico di sale. Lavorate fino ad ottenere un impasto sodo. Dategli una forma tondeggiante, avvolgete in pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno un’ora.

Prendete l’impasto e dividetelo in due parti non uguali; una, infatti, dovrà essere  più abbondante dell’altra, circa 2/3 dell’impasto. Stendete su un foglio di carta da forno la parte di impasto più abbondante che sarà la base della vostra torta; sollevate leggermente i bordi e disponete su una teglia da crostata.

Sbriciolate gli amaretti morbidi e tagliate le pesche a fette. Sulla base spargete gli amaretti sbriciolati, disponete le fette di pesche e aggiungete qualche cucchiaio di marmellata di pesche. Stendete la parte di impasto rimanente e adagiate sulla torta per coprire. Decorate e rifinite i bordi. Infornate a 200° gradi per 35-40 minuti fino a doratura.

Fate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo.

Spesso ho utilizzato varie tipologie di farina per questa torta. Farine integrali – farina di grano tenero, medesima quantita’ totale, ma dosi differenti. Per un risultato più rustico privilegiate le farine integrali.

Pancakes con frutta #residuocentrifugato

Centrifugato e altra variante per utilizzarne il residuo.
E io impazzisco per i pancakes!
La colazione per caricarsi…e ogni colazione é cosí! Ma anche a cena, come dessert, con fragole e cioccolato…Versione senza burro.

————————

Ingredienti
(dosi centrifugato per 2 persone; 15 pancakes)


Per il centrifugato 
1 mela
1 carota
1 kiwi
1 arancia

Per i pancakes
residuo del centrifugato
2 uova
200 ml di latte di riso o soia
1 cucchiaio di zucchero
25 gr di olio di semi
125 gr di farina
6 gr di lievito (equivalenti a un cucchiaino)
Un pizzico di sale
Olio di semi per la padella

Preparate il centrifugato e mettete da parte il residuo che vi servirà per i pancakes.

——————————————————————————————————————————
Separate i tuorli dagli albumi. Mettete in una terrina i tuorli con il latte e l’olio evo e lavorate con una frusta. Aggiungete il pizzico di sale e continuate a lavorare, quindi setacciate la farina e il lievito e aggiungeteli all’impasto.
A parte montate gli albumi con lo zucchero e incorporateli all’impasto amalgamando dal basso verso l’alto. Incorporate nello stesso modo il vostro residuo del centrifugato e lasciate riposare l’impasto per 15/20 minuti.
In una padella antiaderente aggiungete un filo di olio e ungetela per bene. Prendete una parte di impasto con un mestolino e versatelo nella padella; in cottura si formeranno delle piccole bollicine sulla superficie, quindi girate il pancake aiutandovi con una spatola e con un movimento abbastanza svelto; lasciate cuocere per qualche istante anche dall’altra parte e il pancake sarà pronto. L’aspetto che dovrete ottenere saranno due superfici dorate. Procedete così fino ad esaurire l’impasto.
Guarnite ora i pancakes con sciroppo d’acero, nutella, miele, marmellata o con quello che preferite.
Buona colazione!
Potete preparare i pancakes la sera prima, per la colazione del giorno dopo. Prima di servirli scaldateli in una padella.

Paninetti al cioccolato

Mi organizzo per rinnovare il lievito madre e la parte che “avanza”, se avanza, non si butta!
Si improvvisa una focaccia, una pizza, un filoncino…
Tutto per la mezza giornata successiva o per il giorno dopo, addirittura. Le preparazioni con il lievito madre hanno tempi di lievitazione più lunghi, dimenticatevi quindi delle speedy lievitazioni e pensate ai vantaggi per la vostra salute.
Immergiamoci nella preparazione di questi sfiziosi panini al cioccolato.
————————
Ingredienti (dosi per circa 14 mini-panini)
2 cucchiai di lievito madre (oppure una bustina di lievito chimico)
1 cucchiaio di zucchero di canna
2 cucchiai di acqua tiepida
2 uova
180 gr di farina “tipo 0”
1 cucchiaio di zucchero
1 pizzico di sale
50 gr di olio di semi
50 gr di cioccolato fondente
farina per lavorare l’impasto qb
———————
In una planetaria munita di gancio a foglia mettete il lievito, lo zucchero e l’acqua tiepida. Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto molle e colloso. Aggiungete le uova e continuate a lavorare il composto.
Aggiungete la farina setacciata e continuate a lavorarlo.
Versate infine l’olio e aggiungete un pizzico di sale. Continuate a lavorare il tutto. Tagliate il cioccolato fondente a pezzettini, più lo saranno più si amalgameranno bene al composto. Aggiungete il cioccolato al composto e lavorate ancora.
Il risultato dovrà essere un impasto abbastanza molle.
Oleate una ciotola, disponetevi l’impasto aiutandovi con una marisa e coprite con pellicola trasparente. Fate riposare almeno una notte oppure 5-6 ore.
Spolverizzate la farina su una spianatoia e sistematevi il composto. Lavoratelo fino a fargli perdere l’umidità in eccesso per permettere la messa in forma dei panini.
Create ciambelline, brioches, panini piatti o allungati o le forme che preferite. Cercate di fare forme non troppo gonfie per non allugarne la cottura. Disponete su una teglia rivestita con carta da forno e mettete in forno preriscaldato a 200° per 15 minuti.
Vi consiglio di preparare l’impasto la sera per mettere in forno i panini la mattina a colazione. Caldi caldi sono uno tira l’altro! Li ho accompagnati con una marmellata all’arancia super…
Quelli che avanzano potete metterli in freezer e consumarli in un secondo momento. Quindi tirateli fuori un quarto d’ora prima, giusto il tempo di scaldare il forno e infornateli a 150° per 10 minuti. Quasi come appena fatti!

Plumcake pere e cioccolato

Una versione un po’ più soft della torta cioccolato e pere. Formato plumcake, ma replicabile in tortiera classica, ottima per la colazione e per un tè pomeridiano.
Vado matta per questi momenti della giornata!
————————
Ingredienti
2 pere kaiser
zucchero di canna
2 uova
150 gr zucchero semolato
180 gr di farina “tipo 00”
100 gr di cioccolato fondente extra
1 vasetto da 125 gr di yogurt di soia
latte di riso o soia
40 gr di olio di semi
1 bustina di lievito per dolci
sale
—————
Sbucciate le pere e tagliatele a fettine sottili. Disponetene una parte sul fondo dello stampo da plumcake in maniera ordinata, spolverizzate con zucchero di canna e mettete da parte.
Montate le uova intere con lo zucchero. Sciogliete il cioccolato con 3-4 cucchiai di latte, versatelo alle uova montate e amalgamate. Aggiungete l’olio, lo yogurt e il sale e amalgamate ancora. Setacciate la farina e il lievito e aggiungeteli al composto. Ottenete un impasto denso e omogeneo e versatelo nello stampo. Completate con uno strato di pere e zucchero e infornate a 180° per 35 minuti.
Godetevi la vostra colazione golosa!