Cous cous con tacchino, melanzane e trito aromatico

Finalmente ho riassaporato la mia routine in tema di spesa. Tappa in centro città, disorientata ma felice di ritrovarmi tra i banchi del Mercato Orientale di Genova. Ritrovare gli stessi volti ti fa riconoscere la normalità.

Eppure è pazzesco, ieri dopo un’altra tappa presso uno dei miei negozi preferiti, la commessa, una ragazza splendida, parlando di come nel negozio erano organizzati in questo periodo ha pronunciato queste parole “L’essere umano si abitua facilmente, è strano”, è proprio così. Ti abitui facilmente a una realtà pazzesca, che mai più nella vita speri di rivivere, però ti ci abitui e quando ti ricatapulti nella realtà che ti appartiene è quasi strano, ma ti riabitui anche qui.

Presa dall’entusiasmo ho nettamente esagerato con le dosi, ma il freezer aiuta a organizzarsi. Una tenerissima polpa di tacchino mi colpisce e faccio il carico. Arrivo a casa, melanzana in frigo e metto su un buon cous cous. Pronto in pochissimo tempo, circa 20 minuti e un risultato strepitoso.

Ingredienti (dosi per 4pp)

500gr di polpa di tacchino

1 melanzana viola

200gr di cous cous

1/2 cucchiaino di curcuma

vino bianco o marsala per sfumare

1 manciata di uvetta sultanina

1 spicchio d’aglio

qualche fogliolina di menta

olio extra vergine di oliva

sale

Pesate il cous cous e la stessa quantità d’acqua. In una pentola versate l’acqua pesata, aggiungete un pizzico di sale, un cucchiaio di olio evo e la curcuma, portate a ebollizione e spegnete il fuoco. Versate il cous cous coprite con un coperchio per 5minuti. Passato il tempo di riposo sgranate con una forchetta e mettete da parte.

Tagliate la melanzana a cubetti; in una padella versate un filo di olio evo e fate scaldare bene. Aggiungete la melanzana e saltate a fuoco vivo. Abbassate il fuoco e fate cuocere per 8 minuti circa. Salate e spegnete il fuoco. La melanzana dovrà risultare scottata ma cotta.

Tagliate a pezzetti la polpa di tacchino; in una padella fate scaldare bene un filo di olio evo e aggiungete il tacchino, fate cuocere a fuoco vivo per 5minuti, sfumate con marsala, fate evaporare, salate e spegnete il fuoco.

Nel frattempo create un trito aromatico con uvetta sultanina, aglio e foglie di menta.

Assemblate il cous cous con tutte le preparazioni e servite.

Insalata tiepida di cavolo nero e patate

Il mio giretto settimanale al mercato mi carica di idee. Impazzisco nel girare tra i vari venditori e farmi le mie idee per riempire il frigo e la dispensa di casa con delizie stagionali. Sì, calco sul possessivo “mio” perchè questo è come vedo io fare la spesa e sfruttare al meglio la stagionalità dei prodotti. Non è detto che sia la vostra stessa visione anche se cerco, da sempre, di trasmettere quest’abitudine, un’ottima abitudine per la nostra salute.

Sono due i mercati che frequento a Genova, il Mercato Orientale di Via XX Settembre al numero 75r e il Mercato Comunale in Piazza Terralba. Uno è l’altro hanno alcuni banchi che per me sono tappa fissa…

Pioggia e in previsione una cena a quattro. Banco di verdura locale. Anzi localissima (passatemi il termine) e selezionatissima. Mazzetti di ortaggi come mazzetti di fiori, perchè son primizie. La mia spesa, cimette di rapa, cavolo nero e ultimi fiori di zucchina. Sarà una cena contadina, ho deciso.

Con i fiori di zucchina una fritturina, poi gli annessi (che qui non vi cito, ma se volete il menù della serata scrivetemi) e di primo, con le cimette di rapa cosa potrò mai mettere in tavola?? Due orecchiette!

Ma qui il protagonista è un contorno a una gustosa coscia di agnello, intera. Mentre mi dirigo verso casa penso all’uso che farò del cavolo nero. Croccante, deciso e amaro per natura vorrei addolcirne i connotati. Ci riesco ma è sempre cavolo nero! A voi la ricetta.

Ingredienti (dosi per 4pp)

1/2 kg di cavolo nero

pomodori secchi sott’olio

1/2 cipolla rossa

una manciatina pinoli

una spruzzata di marsala

miele

3 patate medie

origano

sale qb

olio evo qb

Lavate le foglie di cavolo nero e tagliatele a listarelle sottili. In una padella versate due cucchiai di olio evo e fate scaldare bene. Aggiungete il cavolo e fate cuocere a fuoco vivo qualche minuto. Sfumate con un goccio di marsala, versate un dito d’acqua, salate, abbassate il fuoco e stufate il cavolo.

Tagliate finemente mezza cipolla rossa e aggiungetela al cavolo insieme ai pinoli e ai pomodori secchi leggermente sminuzzati. Aggiungete mezzo cucchiaino di miele, e fate cuocere fino a far evaporare completamente il liquido di cottura. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.

A parte pelate tre patate medie, tagliatele in quattro parti nel verso della lunghezza e ottenete degli spicchi. Disponeteli su una teglia rivestita con carta da forno, salate, aggiungete l’origano, l’olio evo e infornate a 180° in forno preriscaldato per 15-20 minuti.

In una ciotola unite le patate al cavolo nero e amalgamate senza esagerare. Servite l’insalata tiepida come contorno al vostro secondo piatto. Versatile e rustica questa insalata è ottima sia in caso di cena a base di carne che di pesce; adatta anche in caso di cena molto sofisticata con l’accortezza di creare una monoporzione per ospite. Buon appetito!

Merluzzo e verdure al forno

Il cuore di un merluzzo, nettamente arricchito da foglie di cavolo verza e cipolla rossa. La marinatura del pesce, con succo d’arancia, sale e pepe Malagueta, comunemente conosciuto come “grani del paradiso” è ciò che dà idratazione agli elementi nel piatto, scoprite come…

Ingredienti (dosi per 4 persone)

600 gr di cuore di merluzzo

12-14 foglie di cavolo verza

mezza cipolla rossa

aneto

olio extra vergine di oliva

sale

Per la marinatura

succo di due arance

sale

1 cucchiaino di pepe Malagueta

Tagliate il cuore di merluzzo in bocconcini. Tanti bocconcini quante le foglie di cavolo verza necessarie. Scegliete le foglie non esterne e possibilmente intere. Mettete in una ciotola i bocconcini di merluzzo e preparate la marinatura che dovrà coprire, anche parzialmente, il merluzzo. Coprite con un coperchio o pellicola e mettete da parte per almeno 15minuti. Scoprite, rigirate i bocconcini nella marinatura e ricoprite per altri 15minuti.

Lavate le foglie di cavolo e cuocetele a vapore per 8-10 minuti.

Tagliate finemente una cipolla e disponetela su una teglia con un filo di olio evo e qualche foglia essiccata di aneto. Infornate a 200° per 5minuti circa.

Prendete i bocconcini di merluzzo dalla marinatura e chiudeteli ciascuno in una foglia di verza creando degli involtini. Utilizzate una teglia contenuta in modo che gli involtini rimangano abbastanza ravvicinati tra di loro.

In un pentolino mettete la marinatura con un filo di olio evo e fate sobbollire per 1-2minuti. Versate il tutto sugli involtini e disponetevi la cipolla. Infornate per 20minuti a 180°. Impiattate gli involtini e i succhi e servite.

Rotolo di zucchine

Ingredienti (dosi per 4 persone)

Pasta brisè Ricetta pasta brisè

300 gr di zucchine

1 cipollotto fresco

1 manciata di uvetta

1 cucchiaino di origano

Sale

Olio extra vergine di oliva

Lavate e tagliate in quattro parti le zucchine nel verso della  lunghezza e ricavatene pezzettini non troppo spessi. In una padella mettete 2-3 cucchiai di olio evo e aggiungete il cipollotto tagliato finemente. Accendete il fuoco e fate soffriggere appena. Aggiungete le zucchine e cuocete a fuoco vivo. Salate e fate cuocere 8-10 minuti circa. Prima di spegnere il fuoco aggiungete un cucchiaino di origano, amalgamate, spegnete il fuoco e fate riposare qualche minuto.

Mettete l’uvetta in una ciotola con acqua calda per 5 minuti.

Stendete il rotolo di pasta sfoglia, disponete le zucchine al centro formando una striscia. Strizzate l’uvetta e aggiungetela al rotolo.

Richiudete il rotolo prendendo i due lembi laterali e richiudendoli appena sulle zucchine, dunque arrotolate la pasta dalla parte più libera e infornate a 200° per 15 minuti.